l'iyitarımuygulamalarıbelgelendir

Buone pratiche agricole

Approvato e accreditato a livello internazionale;
Buoni servizi di certificazione e certificazione di pratiche agricole

Buona certificazione di pratiche agricole

È ogni diritto umano vivere in un ambiente sano e vivibile. Ma è dovere delle persone proteggere la natura e mantenere l'ambiente sano. Tuttavia, le persone continuano a fare molto danno alla natura durante le attività agricole per produrre alimenti di cui hanno bisogno. Secondo le stime, la popolazione mondiale di 2050 sarà di 9 miliardi. Con questa crescita della popolazione, è necessario produrre sempre più cibi diversi. Tuttavia, l'uso eccessivo di pesticidi nelle aree agricole, l'irrigazione e la fertilizzazione sbagliate e gli studi sugli alimenti geneticamente modificati sono usati in modo inconscio e irresponsabile. In questo caso, saranno necessarie nuove aree agricole. Ciò innesca il pericolo di estinzione delle foreste e dei pascoli. Tra 1990 e 2000, il tasso di distruzione delle foreste nel mondo è stato calcolato come 2,3 per mille. Questo tasso aumenta a 10,4 per mille nei paesi asiatici.

Di conseguenza, questa carenza di crescita della popolazione comporta una diminuzione delle aree di produzione pro capite, della scarsità di acqua e un aumento del deficit di prodotti agricoli.

L'uso inconscio di sostanze chimiche in agricoltura aumenta il rischio di questa situazione. In questo modo, i residui si trovano nei prodotti agricoli e negli alimenti per animali, l'inquinamento chimico in acqua aumenta, i lavoratori in agricoltura sperimentano un contatto eccessivo con sostanze chimiche, aumenti dell'inquinamento microbiologico e l'effetto serra crea cambiamenti climatici.

Mantenendo questa situazione in questo modo, le persone stanno inavvertitamente preparando i propri finali. In effetti, l'uso di prodotti chimici nella produzione agricola non può essere completamente prevenuto. Ma almeno può essere tenuto sotto controllo dalle restrizioni da imporre. Grazie a questa comprensione, sono state avviate buone pratiche agricole nel mondo.

Buone pratiche agricole nel mondo

Una buona agricoltura o un'agricoltura adeguata significa un'agricoltura affidabile e sostenibile. L'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) negli USA e l'Euro Retailer Producer Group (EUREP) sono stati condotti negli Stati Uniti.

Fondata in 1997, l'European Retailers Association ha avviato immediatamente il lavoro sullo standard Good Agricultural Practices (GAP). 1999 ha anche pubblicato il protocollo EUREP-GAP e ha spiegato i principi delle buone pratiche agricole nella frutta e nella verdura fresca. Oggi, la migliore pratica agricola più completa è il protocollo EUREP-GAP.

L'Associazione europea dei rivenditori rappresenta quasi 80 del mercato mondiale di frutta e verdura fresca. Poiché i grandi mercati, membri dell'Associazione europea dei rivenditori, hanno iniziato a scegliere prodotti agricoli con il certificato EUREP-GAP, altri paesi del mondo hanno iniziato a comprendere l'importanza delle buone pratiche agricole e ad avviare gruppi di lavoro nazionali e regionali in forma appropriata Oggi il certificato EUREP-GAP è rilasciato nei paesi 2002 in tutto il mondo.

Lo standard EUREP-GAP si basa sui principi di base del sistema di sicurezza alimentare e ha identificato i punti critici di controllo in tutte le fasi della produzione nel sistema di analisi dei rischi e dei punti critici di controllo HACCP e stabilisce i criteri di conformità per questi punti. In altre parole, EurepGAP è un insieme combinato con i principi GAP e HACCP.

Lo standard EUREP-GAP comprende tre diversi documenti:

Regole generali: Descrive le procedure da seguire quando si riceve il documento.

Punti di controllo e criteri di adattamento: Descrive il metodo da seguire quando si eseguono buone pratiche agricole.

Lista di controllo: un elenco di punti critici in tutte le fasi della produzione per i produttori e gli auditor da seguire.

Nello standard EUREP-GAP, i punti critici di controllo sono determinati come tre tipi:

Criteri obbligatori critici: questi criteri devono essere pienamente soddisfatti. Se questi criteri non sono soddisfatti, il documento cade.

Criteri non obbligatori critici: almeno la percentuale di questi criteri deve essere soddisfatta.

Criteri: questi criteri sono raccomandazioni.

Benefici delle buone pratiche agricole

Alla luce delle spiegazioni di cui sopra, una buona agricoltura significa una produzione agricola che non danneggia la salute umana e animale e la natura. Il modello di produzione agricola, concepito per proteggere le risorse naturali e l'ambiente, per garantire la tracciabilità e la sostenibilità in agricoltura e, soprattutto, per garantire la sicurezza alimentare, è definito una buona pratica agricola.

I benefici delle buone pratiche agricole possono quindi essere spiegati come segue:

Proteggere le risorse naturali e promuovere la consapevolezza ambientale

Per prevenire l'inquinamento di aria, acqua e suolo

Garantire la produzione pianificata

Creazione di strutture di stoccaggio e riciclaggio per i rifiuti

Garantire il benessere e lo sviluppo sano del bestiame

Non usare sostanze proibite nelle attività produttive

Fornire tracciabilità e sostenibilità in agricoltura

Garantire la sicurezza alimentare

In breve, con buone pratiche agricole, si mira a realizzare una produzione agricola che non danneggi la natura, la salute umana e animale.

Buone pratiche agricole in Turchia

Nell'esportazione di prodotti agricoli dal nostro paese, in particolare i grandi fornitori internazionali nell'Unione europea cercano il certificato EurepGAP. Inoltre, i consumatori nel nostro paese stanno diventando consapevoli e richiedono una produzione alimentare sicura che protegga l'ambiente e non danneggi l'ambiente. Al fine di creare sicurezza alimentare e risolvere i problemi di sicurezza alimentare a tale riguardo, vengono elaborate una serie di politiche economicamente redditizie, socialmente redditizie, che non danneggiano la natura e forniscono uno sviluppo sostenibile. Sono inoltre presi accordi giuridici per prevenire le pratiche che danneggiano la natura e garantire una produzione agricola sostenibile a lungo termine.

In questo quadro, tenendo conto delle condizioni del nostro paese, il regolamento sulle buone pratiche agricole è stato pubblicato in 2004 in linea con i principi EurepGAP.

Allo stesso tempo, le aziende che producono in conformità con questo regolamento e i requisiti standard EurepGAP si applicano a un ente di certificazione e richiedono il Certificato EurepGAP.

Lo standard EurepGAP definisce i requisiti minimi nell'arena internazionale ed è volontario. Il regolamento sopra menzionato è un regolamento giuridico pubblicato nel nostro paese ed è un obbligo di rispettarlo. Tuttavia, non si può dire che i produttori del nostro paese siano ancora pienamente consapevoli. Stiamo ancora discutendo su quanto può essere venduto il prezzo di tali prodotti guardando i prodotti tradizionali. Per questo motivo, oltre alla diffusione delle buone pratiche agricole, i consumatori e tutti coloro che sono coinvolti nella catena di marketing dovrebbero essere allo stesso livello di coscienza.

Con la migliore comprensione e diffusione di buone pratiche agricole, la produzione e l'esportazione di frutta e verdura aumenteranno nel nostro paese e prodotti più affidabili saranno offerti ai mercati nazionali ed esteri. Inoltre, verranno prodotti prodotti affidabili e sani per le persone del nostro paese. Non importa quanto siano lontane queste pratiche, i problemi di concorrenza saranno affrontati sia nei paesi dell'Unione europea che nell'agricoltura mondiale, e la produzione e l'esportazione del nostro paese saranno nei guai.

Con questo fatto, negli ultimi anni, con il sostegno del Ministero dell'alimentazione, dell'agricoltura e dell'allevamento, sono stati ottenuti risultati molto positivi in ​​termini di buone pratiche agricole.

Con le buone pratiche agricole, sia la qualità della produzione, l'ambiente in cui viene prodotta la produzione agricola e la salute e il benessere dei lavoratori in produzione, vengono tenute in considerazione le seguenti norme:

Standard del sistema di gestione della qualità ISO 9001

Norma del sistema di gestione ambientale ISO 14001

Norma OHSAS 18001 Sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro

Prodotti fabbricati secondo i principi delle buone pratiche agricole, con studi di certificazione di buone pratiche agricole,

Prodotto in conformità con le condizioni di qualità,

Non contiene residui chimici, microbiologici e fisici nocivi per la salute umana,

Durante la produzione, la vita dal vivo non viene influenzata negativamente

Prodotto senza inquinare l'ambiente e distruggere l'equilibrio naturale, e

Non è un problema in termini di normative legali dei paesi in cui è consumato.

è garantito

la nostra organizzazione TÜRCERT Technical Control and Certification Inc.È pronto ad aiutare con qualsiasi dubbio sulle buone pratiche agricole e sul lavoro di certificazione.



Buono certificato di pratiche agricole

La nostra azienda sarà la scelta migliore per ottenere la certificazione di buone pratiche agricole con convalida, accreditato e approvato a livello internazionale, è possibile presentare la domanda compilando il modulo di domanda per la certificazione. Vi informeremo il prima possibile sul servizio di certificazione Good Agricultural Practices.